8 marzo, CNA chiede ai Comuni trevigiani di adottare la Carta dei diritti della Bambina Iniziativa di CNA Impresa Donna e CNA Pensionati per l'8 marzo

Originale iniziativa di CNA Impresa Donna e CNA Pensionati per l’8 marzo.

I due raggruppamenti di CNA hanno chiesto al Comune di Treviso, in una lettera ufficiale sottoscritta e inviata il 28 febbraio scorso, di adottare la “Nuova Carta dei Diritti della Bambina”, sostenuta a livello internazionale da BPW International (Business & Professional Women), già approvata il 21 dicembre scorso dal Consiglio regionale del Veneto.

«L’idea è che Treviso sia solo la prima città della provincia ad adottare questa Carta e che poi seguano a ruota tutti gli altri Comuni – spiegano le imprenditrici di CNA Impresa Donna e le pensionate di CNA Pensionati -. La difesa dei diritti della donna, passa attraverso la tutela dei diritti delle bambine. Desideriamo che nei consigli comunali di tutta la Marca si apra un grande dibattito su cosa possa fare la nostra società per far crescere bambine sicure, con piena stima di sé, capaci, una volta adulte, di dare il proprio contributo alla crescita della cultura, della politica, dell’economia, della società italiane ed europee».

 

La nuova Carta dei Diritti della Bambina

Ogni bambina ha il diritto:

Articolo 1
Di essere protetta e trattata con giustizia dalla famiglia, dalla scuola, dai datori di lavoro anche in relazione alle esigenze genitoriali, dai servizi sociali, sanitari e dalla comunità.

Articolo 2
Di essere tutelata da ogni forma di violenza fisica o psicologica, sfruttamento, abusi sessuali e dalla imposizione di pratiche culturali che ne compromettano l’equilibrio psico-fisico.

Articolo 3
Di beneficiare di una giusta condivisione di tutte le risorse sociali e di poter accedere in presenza di disabilità a forme di sostegno specificamente previste.

Articolo 4
Di essere trattata con i pieni diritti della persona dalla legge e dagli organismi sociali.

Articolo 5
Di ricevere una idonea istruzione in materia di economia e di politica che le consenta di crescere come cittadina consapevole.

Articolo 6
Di ricevere informazioni ed educazione su tutti gli aspetti della salute, inclusi quelli sessuali e riproduttivi, con particolare riguardo alla medicina di genere per le esigenze proprie dell’infanzia e dell’adolescenza femminile.

Articolo 7
Di beneficiare nella pubertà del sostegno positivo da parte della famiglia, della scuola e dei servizi socio-sanitari per poter affrontare i cambiamenti fisici ed emotivi tipici di questo periodo.

Articolo 8
Di apparire nelle statistiche ufficiali in dati disaggregati per genere ed età.

Articolo 9
Di non essere bersaglio, né tanto meno strumento, di pubblicità per l’apologia di tabacco, alcol, sostanze nocive in genere e di ogni altra campagna di immagine lesiva della sua dignità.


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: treviso@cna.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it