Disoccupati e a rischio povertà: nuove possibilità per tornare al lavoro. Scadenza 23 settembre

SCARICA IL BANDO

SCARICA LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

Dare a 122 trevigiani disoccupati, per lo più over 50, e a rischio esclusione sociale e povertà una nuova opportunità di inserimento nel tessuto produttivo, con un impiego fisso, dipendente a  tempo indeterminato, o con percorso di autoimprenditorialità. Offrire alle esigenze di questi soggetti risposte individuali mediante l’attivazione di leve differenziate e la facilitazione per la persona nell’accesso ai servizi, e ad un nuovo lavoro che gli consenta di emergere dalla marginalità sociale.

E’ questo l’obiettivo di un progetto autorizzato e finanziato dalla Regione Veneto nell’ambito  del POR FSE 2014-2020, direttiva per le azioni integrate di coesione territoriale A.I.C.T.

Capofila dell’iniziativa sarà ECIPA, ente di formazione delle CNA del Veneto, che lo attuerà assieme ad una rete di soggetti pubblici e privati che operano nella provincia di Treviso.

Importante il contributo economico dato dalla Fondazione BCC-CRA di Treviso, Contarina spa e Ascotrade spa che, in continuità con i servizi offerti sul territorio, parteciperanno supporteranno le attività del progetto.

Il partenariato è numeroso e rappresentativo del territorio trevigiano e comprende cooperative. di tipo A e B: Consorzio in Concerto, Consorzio Intesa, le cooperative Erga, Il Portico, Sol.co, Eureka, N.O.I , Montelletto; 25 Comuni (Carbonera, Paderno Del Grappa, Vedelago, Riese Pio X, Castello Di Godego, Loria, Resana, Treviso, San Biagio Di Callalta, Cavaso Del Tomba, Crespano Del Grappa, Zero Branco, Silea, Borso Del Grappa, Istrana, Preganziol, Mogliano Veneto, Castelfranco Veneto, Povegliano, Valdobbiadene,  Castelcucco, Motta Di Livenza, Paese, Casier, Casale Sul Sile),  le ULSS 7-8-9; le Agenzie per il lavoro Umana, Manpower, Obiettivo Lavoro; Confindustria Treviso e T2i.

Dei 122 soggetti cui si rivolge il progetto, 40 dovranno rientrare nella categoria dei disabili fisici o mentali e i restanti in quella di persone svantaggiate, disoccupati alla ricerca di nuova occupazione con ISEE superiore ai 20000 euro e soggetti che rientrano nella tipologia “fenomeni di nuova povertà” con ISEE inferiore o uguale a 20000 euro.

I destinatari verranno segnalati dai SIL delle 3 Aziende Sanitarie Locali n.7, 8 e 9 della Provincia, dai servizi sociali dei Comuni, dal CPI di Treviso, che ha espresso il proprio interesse a voler sostenere il progetto.

Le fasce di utenza con le quali si intende agire con priorità sono gli over 50 e persone con una disoccupazione di lunga durata (superiore ai 12 mesi).

Il progetto fornirà ai soggetti individuati alcuni percorsi formativi accessibili, utili e verosimili che permettano loro di essere nuovamente assunti.

Gli ambiti tematici individuati sulla base di specifiche esigenze del mercato del lavoro sono l’agroalimentare e vitivinicolo (settore in continua crescita), il settore elettrodomestici e illuminotecnica (che necessita di personale in grado di effettuare lavorazioni conto terzi riferite al montaggio, assemblaggio e cablaggio di componentistica varia), la vendita al dettaglio in realtà commerciali differenti, la gestione dei rifiuti (che necessita di personale in grado di riconoscere la

composizione dei rifiuti per poterne gestire lo smistamento, lo stoccaggio e lo smaltimento sia per il settore pubblico e per il settore privato), la manutenzione del verde pubblico e/o privato, lavorazioni e servizi conto terzi nel settore della componentistica industriale, del trattamento dei tessuti all’interno delle lavanderie industriali e della manutenzione del verde e gestione di isole ecologiche, il settore della ristorazione e della sanità pubblica e privata che hanno grossi quantitativi di biancheria da lavare/sanificare e necessitano di reperire nel territorio realtà con personale in grado di fornire un servizio di stireria, lavanderia industriale e rammendo, la gestione e il monitoraggio dei processi logistici, il settore segretariale-amministrativo, area presente in tutte le tipologie di impresa,  il settore tappezzeria che necessita di personale in grado di effettuare lavorazioni molto richieste nel settore del mobile/arredo sia di tipo artigianale che industriale e che non si trovano facilmente nel mercato.

Inoltre, una parte del progetto ha la finalità di creare nuova occupazione attraverso il sostegno di nuovi processi di avvio d’impresa.

Verranno proposti 14 corsi di formazione della durata di 80 ore in 3 o 4 mesi. Si va dal corso per addetto alla raccolta differenziata (che si svolgerà a Silea) a quello per operatore del settore agro-alimentare e vitivinicolo (Vittorio Veneto – Monfumo), per Operatore alla lavanderia, stiro e rammendo (Conegliano), per Addetto alla vendita (Silea),  per Addetto alla manutenzione del verde

(Castelfranco Veneto), per Addetto al montaggio e assemblaggio (Silea – Castelfranco Veneto – Montebelluna), per Operatore delle lavorazioni di tappezzeria (Conegliano), per Operaio non qualificato nel commercio e nei servizi (Treviso – Castelfranco Veneto), per Addetto amministrativo segretariale (Treviso), e per Operatore addetto alla gestione e al montaggio dei processi logistici (Treviso).

La formazione e il tirocinio saranno integrate dalle attività di ricerca attiva del lavoro, individuale e di gruppo, finalizzata a favorire la ricollocazione del partecipante e di coaching individuale, per assistere il partecipante in termini motivazionali.

A Villorba si svolgerà la formazione: “M’imprendo, Avvio la mia impresa” per l’acquisizione di competenze in ambito imprenditoriale. Per le nuove impresa saranno disponibili contributi pubblici (spese FESR).

 La partecipazione alle attività sarà gratuita e per la frequenza alle attività teoriche è previsto il rimborso di un’indennità pari a 3 o 6 €/h in base alla dichiarazione ISEE presentata e in corso di validità, riconoscibile ai destinatari che avranno frequentato almeno il 70% di tutte le attività formative e di accompagnamento.

E’, inoltre, prevista una borsa di tirocinio pari a € 600,00 lordi/mese che sarà riconosciuta solo se il tirocinante sarà presente in azienda per almeno il 70% del monte ore previsto.

Gli interessati, in possesso dei requisiti, potrannno inviare i documenti di partecipazione, entro il 23 settembre:

a mezzo fax allo 041 924128 o per posta a: ECIPA SCARL – VIA DELLA PILA 3/B INT. 1, o via mail a: lavoro@ecipa.eu. Per informazioni te. 041 928.638 oppure 041 5382462.

 

SCARICA IL BANDO

SCARICA LA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

 

 

 

 


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: treviso@cna.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it