Fisco, Carrer: sospendere gli studi di settore fino all’uscita dalla crisi

La Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA) chiede al Governo di sospendere gli studi di settore fino all’uscita dalla crisi economica. E invita gli imprenditori e i liberi professionisti a sostenere l’iniziativa.

La Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa (CNA) chiede al Governo di sospendere gli studi di settore fino all’uscita dalla crisi economica. E invita gli imprenditori e i liberi professionisti a sostenere l’iniziativa.

«Non siamo di principio contrari agli studi di settore – puntualizza Giovanni Carrer, presidente del mandamento di Vittorio Veneto della CNA –  riteniamo però che i parametri vadano adeguati e che si potrà farlo solo quando la situazione economica si sarà stabilizzata. Solo allora, infatti, sarà possibile individuare indicatori realistici, finalmente in linea con le nuove possibilità di fatturato delle imprese».

Fino al «raggiungimento del punto-nave della crisi», la CNA chiede dunque al Governo di sospendere l’applicazione degli studi di settore: «È un momento molto difficile per l’economia, e lo Stato deve venire incontro alle imprese, fidandosi – continua Carrer –. Non è il tempo di vessare chi ogni giorno combatte per la sopravvivenza».

Secondo l’Associazione di categoria, se nel 2009 si è verificato un marcato disallineamento tra i ricavi delle imprese e i ricavi stimati dagli studi di settore, nel 2010 la situazione non potrà che essere drammaticamente più critica.

«Non è accettabile che, in questa situazione, sia il Governo a decidere cosa un’impresa deve riuscire a incassare dalla sua attività – denuncia Alessandro Conte, presidente provinciale della CNA -. L’esecutivo deve capire che oggi la piccola impresa va sostenuta con fiducia, dando segni di comprensione e di solidarietà: è inammissibile che lo Stato si comporti come una sanguisuga, nella migliore delle ipotesi come l’ennesimo elemento di ansia e di incertezza che rende problematica la vita dell’artigiano».

«Il fisco, come gli altri organi dello Stato, si preoccupi piuttosto di colpire i grandi focolai di evasione, lasciando in pace chi lavora per sopravvivere» conclude Conte.


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: treviso@cna.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it