Tax Free Day, la CNA di Castelfranco festeggia: il 25 luglio con aperitivo

La CNA di Castelfranco organizza per il giorno 25 luglio 2016  dalle 19.00 alle  21.00  un evento per festeggiare il “Tax Free Day 2016”.

A tutti i soci CNA  e  a tutte le Partite Iva  della città del Giorgione sarà offerto un aperitivo nel giardino estivo della Osteria Maniscalco (via Francesco Maria Preti, 66).

Il Tax Free Day  è  giorno dell’anno dal quale ogni imprenditore  inizia  a  destinare i suoi guadagni aziendali  alla sua famiglia. Fino al  24 luglio infatti l’imprenditore castellano lavora solamente per pagare le tasse  e di contributi  per l’anno 2016. Il dato emerge da uno studio condotto dall’Osservatorio Nazionale della CNA sulla pressione fiscale delle piccole e medie imprese.  L’osservatorio analizza 124 comuni italiani, a partire da tutti i capoluoghi di regione e di provincia.

Il 17 luglio sarà il “Tax Free Day”  per Belluno, il  23 luglio per Vicenza, il  26 luglio  per Treviso, il 28 luglio  per Padova,  il 29 luglio per  Rovigo, il 7 agosto  per Verona,  ed il  14 agosto per Venezia

Per quanto riguarda il mandamento di Castelfranco Veneto, la pressione fiscale per le piccole imprese artigiane si attesta per il 2016 al 56% (calcolo effettuato considerando un’impresa individuale, con cinque dipendenti, 430mila euro di fatturato e 50mila euro di utili).

Un valore al di sotto della media nazionale del 60,9%, ma pur sempre oltre la soglia del 50%.

“La pressione fiscale in Italia è a livelli intollerabili – spiega il direttore della Cna di Castelfranco, Roberto Ghegin –  superiore del   19,5%   rispetto alla media europea.

La leggera  riduzione del carico fiscale registrata nel 2015, relativa ai  tributi locali deducibili dal reddito d’impresa e  con la deducibilità completa dell’Irap del costo dei lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato e l’esenzione dalla Tari delle aree destinate alla produzione di rifiuti speciali, non ha prodotto  i risultati preventivati.

Per il 2016 il calo della pressione fiscale si è decisamente arrestato.  L’Osservatorio  della CNA  prevede addirittura un lieve incremento del Total tax rate nazionale (+0,1 per cento). Un incremento che deriva dall’aumento programmato dell’aliquota  pensionistica  INPS,  solo in parte attenuato dall’elevazione della franchigia Irap a 13mila euro.

La maggior parte degli interventi introdotti con Legge di stabilità del 2016 non produrranno effetti sensibili sulle imprese di minore dimensione, se non il beneficio che deriva dal superammortamento sugli investimenti effettuati in corso d’anno.

Le proposte della Cna per migliorare il sistema tributario sono le seguenti:

– riduzione della pressione fiscale; il capovolgimento della tendenza a trasferire sulle imprese gli oneri dei controlli; l’uso intelligente della leva fiscale per aumentare la domanda interna.

E in questa direzione le nostre proposte riguardano il rendere l’Imu sugli immobili strumentali completamente deducibile dal reddito d’impresa; l’introdurre il principio di cassa nella determinazione del reddito delle imprese personali in regime di contabilità semplificata e  infine, l’agevolare il passaggio generazionale delle imprese individuali tramite la completa neutralità fiscale delle cessioni d’azienda, al pari di quanto previsto in caso di conferimenti.


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: treviso@cna.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it