La CNA raccoglie l’appello di Giancarlo Mazzariol

«Raccogliamo l’appello di Giancarlo Mazzariol a farci ancora più vicini agli imprenditori. Egli centra infatti il punto cruciale: prima di tutto, il sostegno umano. Capire che siamo in molti a vivere gli stessi problemi e che si possono superare alleandosi è già un passo in avanti significativo. Le difficoltà della crisi vanno condivise per non assolutizzarle, per non arrivare a pensare di essere i soli a vivere certi drammi e non vedere vie di uscita. Il fenomeno dei suicidi per crisi è prima di tutto un dramma della solitudine, della difficoltà di comunicare, di chiedere aiuto, di condividere esperienza».

Giuliano Rosolen, direttore della CNA di Treviso, raccoglie l’appello di Giancarlo Mazzariol, fratello del ristoratore che si è ucciso la scorsa settimana.
«Serve prima di tutto un lavoro culturale di rivalutazione delle persone e delle relazioni tra le persone. Non si deve arrivare al punto di confondere il fallimento di un’attività lavorativa con il fallimento di sé come persone» afferma Rosolen.

Su queste due direttrici la CNA sta lavorando, attraverso il progetto Penelope – Il centro di ascolto della Caritas per imprenditori in crisi, e attraverso proposte formative che rafforzino la consapevolezza e l’interiorità degli imprenditori (il prossimo seminario nell’ambito di Trust Your Brain si terrà ad Asolo il 23-24 marzo sul tema “Risveglia la tua unicità. Ritrova il tuo scopo di vita”).
L’attività di facilitazione all’accesso al credito, tramite le garanzie sui prestiti bancari erogate dal confidi Canova e i fondi antiusura, completano l’impegno dell’associazione artigiana per arginare il fenomeno dei suicidi per crisi.

C’è però un deficit di competitività del sistema che può essere risolto solo da chi sta più in alto, da chi cioè ha il compito di governare il Paese e di rendere il clima generale meno ostile a chi produce.
«Nel nostro Paese c’è un deficit di competitività del sistema che mette in grave difficoltà chi produce – dice Rosolen -. Certo ci sono l’Irap e l’Imu, l’elevato costo del lavoro, le banche che concedono prestiti col contagocce, ma quello che più incide sull’impresa è il clima di incertezza, le regole che cambiano in continuazione. Anche il cattivo governo o il mancato governo sono un costo che grava sulle imprese. Ci auguriamo che i partiti trovino presto un accordo per dare un governo stabile e credibile al Paese. Le riforme e i provvedimenti per il rilancio dell’economia non possono attendere».


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: treviso@cna.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it