Sospendere gli studi di settore, i correttivi anti-crisi non bastano

La sospensione degli studi di settore. Lo chiede la CNA di Treviso. «Il caso della parrucchiera, riportato oggi dalla stampa locale, dimostra ancora una volta che i correttivi anticrisi introdotti negli studi di settore non sono in grado di apprezzare la portata della crisi» afferma Giuliano Rosolen, direttore della CNA provinciale di Treviso.

«Non neghiamo che ci possano essere fenomeni di evasione nel mondo della piccola e media impresa, quello che è certo, e che non va proprio, è che l’Amministrazione finanziaria interviene con anni in ritardo e in una situazione pesantissima, disconoscendo che le imprese che stanno resistendo oggi sul mercato fanno opera meritoria sociale ed economica perché mantengono i posti di lavoro, in uno scenario che ha visto la provincia di Treviso perdere migliaia di 15 mila posti di lavoro in meno di due anni. C’è totale disattenzione da parte del Fisco verso questi “eroi del momento” che mettono a disposizione una vita di lavoro per tentar di non chiudere».

La CNA già dall’anno scorso aveva dato vita ad una serie di iniziative di protesta volta a denunciare questa situazione e aveva chiesto la sospensione degli studi di settore.

«Il proliferare di strumenti presuntivi è molto comodo per l’Amministrazione finanziaria perché non esige investimenti in uomini e in professionalità ma in questo momento risulta vessatorio – continua Rosolen – Non siamo contro la lotta all’evasione fiscale, ma essa deve essere intelligente e non deve imboccare scorciatoie perché le scorciatoie, ovvero l’abuso di strumenti preventivi, portano all’ingiustizia fiscale e questa compromette la tenuta del sistema produttivo già sofferente. Lo Stato in questo momento dovrebbe avere verso le imprese un atteggiamento di benevole neutralità».

Per la CNA, anche lo spesometro o redditometro allo studio del Fisco non dovrà avere carattere vessatorio.

«Siamo scettici in proposito – conclude il direttore della CNA – non vorremmo mai assistere ad una riedizione del modello 740 del 1993. Gli strumenti presuntivi sono sempre scorciatoie. Il fisco, al contrario, deve essere amico delle imprese».


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: treviso@cna.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it