CONGRESSI – L’ing. Francesco Pilotto eletto presidente di CNA Asolo Demografia d'impresa: l’Asolano è l’unica area della provincia con saldo positivo 2019-2020

È Francesco Pilotto, 38 anni, il nuovo presidente di CNA Asolo. Il direttivo eletto con l’assemblea congressuale di martedì 15 giugno ha contestualmente scelto la presidenza.

IL NUOVO DIRETTIVO DI CNA ASOLO

L’ing. Pilotto, titolare di Tecnoimpianti di San Zenone degli Ezzelini, prende il testimone da Gianandrea Salvestrin, che ha guidato per 8 anni l’Associazione, e che ora ricopre l’incarico di vicepresidente assieme a Rosy Silvestrini.

Il nuovo direttivo è composto dalle new entry Paolo Bordin (edilizia) e Marzia Manto (acconciatura), e da: Michele De Zen (trasporti), Enrico Moro (servizi alle imprese), Paolo Zanotto (produzione), Silvia Zancanaro (servizi alle imprese), Michele Zavarise (informatica), Mirella Serafin (pensionata), oltre che da Pilotto, Salvestrin e Silvestrini.

SOSTENIBILITÀ, FORMAZIONE E RICAMBIO GENERAZIONALE:

I TRE TEMI SU CUI LAVORERÀ LA NUOVA SQUADRA

«CNA Asolo è un gioiello e il merito va a chi mi ha preceduto oltre che alla direttrice e a tutta la squadra del centro servizi. Lavoreremo in stretta collaborazione con il livello territoriale, gli altri mandamenti e con gli attori istituzionali, sociali ed economici del territorio – afferma l’ing. Francesco Pilotto, neo presidente di CNA Asolo -. Desidero focalizzare il mio operato in particolare su tre temi: sostenibilità ambientale e lavorativa, formazione delle risorse dell’azienda, rafforzando i rapporti tra mondo dell’impresa e della scuola, e passaggio generazionale. C’è la necessità per le aziende artigiane, oltre che di continuare a investire sulla sostenibilità ambientale dei prodotti e dei processi, di aprire un dibattito e trovare soluzioni sulla sostenibilità del modo di lavorare. Credo che gli artigiani siano arrivati al limite sotto questo profilo e abbiano bisogno di ripensare il proprio lavoro per conciliarlo maggiormente con i tempi della vita».

«La nuova squadra dirigente dell’Associazione è sensibile e focalizzata sugli obiettivi di sviluppo, crescita e promozione delle imprese del territorio – afferma Angelina Tedesco, direttore di CNA Asolo -. La varietà di genere, di età, di attività e di esperienze rende la squadra più capace di esprimere resilienza e orientamento al necessario riposizionamento che il futuro lavorativo richiederà a tutti. Lo storico impegno di CNA Asolo nel valorizzare insieme bellezze paesaggistiche e monumentali, enogastronomia, turismo e artigianato è la chiave per lo sviluppo di quest’area che sta concorrendo al riconoscimento MAB UNESCO del Grappa e dell’Asolano».

FOTOGRAFIA DELL’ECONOMIA DEL TERRITORIO

E PROSPETTIVE POST-COVID

Il congresso è stata l’occasione per fare il punto sull’economia del Asolano, un’area che conta 10 Comuni e 50.406 abitanti, ovvero il 5% della popolazione provinciale di 883.522 abitanti (dati Istat 2019).

Le imprese attualmente attive in questo territorio sono 4.581, sulle 78.814 della provincia, e danno lavoro a 16.951 addetti, il 5% degli occupati totali della Marca Trevigiana pari a 318.480. Nell’Asolano ci sono 9 imprese ogni 100 abitanti, un dato in linea con la media provinciale.

Rispetto al 2019 il saldo è positivo per +9 unità. Rispetto al 2010 le imprese in meno sono 393.

Nell’Asolano il manifatturiero conta attualmente 728 imprese e dà lavoro a 8.451 addetti; rispetto al 2019 ha guadagnato +4 imprese: segno “più” per la moda (+6), in calo in legno (-2) e la meccanica (-5); rispetto al 2010 il settore ha perso 63 aziende, con una sofferenza più marcata nel legno (-37), nella meccanica (-28), e nella moda (-6). L’indice di specializzazione manifatturiera del territorio (cioè il peso percentuale degli addetti impiegati nel settore) è pari all’50% contro il 37% della media provinciale.

Il commercio conta 858 imprese che danno lavoro a 1.950 addetti: il settore ne ha guadagnate 2 dal 2019 e ne ha perse 2 dal 2010. L’indice di specializzazione è al 12%, più basso di quello provinciale del 16%.

L’agricoltura ha 822 aziende che impiegano 737 persone: sono diminuite di 11 unità rispetto al 2019 e di 222 rispetto al 2010. L’indice di specializzazione è pari al 4%, di poco inferiore alla media provinciale del 5%.

I servizi alle imprese annoverano 785 attività che danno occupazione a 1.774 lavoratori: il comparto ne ha guadagnate 24 dal 2019 e 78 dal 2010. L’indice di specializzazione è del 11% piuttosto sotto la media provinciale del 20%.

Le costruzioni contano 868 imprese che impiegano 1.847 addetti: il settore ha perse 7 dal 2019 e 202 dal 2010. L’indice di specializzazione è 11% superiore quello provinciale all’8%.

Il settore servizi alle persone è ricco di 247 imprese che danno lavoro a 894 persone: ne ha guadagnate 5 dal 2019 e 5 dal 2010. L’indice di specializzazione territoriale per questo settore è il 5%, di poco inferiore a quello provinciale 6%.

La ristorazione e alloggio conta 263 imprese che impiegano a 1.279 operatori: il saldo è negativo di 2 imprese dal 2019 ma positivo di 14 dal 2010. È un settore con un indice di specializzazione territoriale in linea con media provinciale: 7% contro il 7%.

Ancora qualche dato per completare la fotografia.

Nell’Asolano le imprese artigiane sono 1.631 (il 36% di tutte le imprese del territorio) e danno lavoro a 4.555 addetti, il 27% del totale (20% media provinciale).

Le imprese femminili sono 916, il 20% del totale, e impiegano 2.183 persone, il 13% (13% a livello provinciale).

Le imprese giovanili (titolari meno di 35 anni) sono 367, l’8% del totale, e danno lavoro a 896 addetti, 5% del totale (4% a livello provinciale).

Le imprese straniere sono 616, il 13% del totale, e danno lavoro a 1.672  persone, il 10% del totale (7% a livello provinciale).

«Per dare solidità e competitività alle imprese bisogna fare innovazione contemporaneamente all’interno di esse e del sistema territoriale portando tecnologia e riqualificazione delle risorse umane» ha commentato il presidente del Comitato scientifico di CNA territoriale Giuliano Rosolen, commentando i dati che evidenziano la metamorfosi del sistema economico dell’Asolano.

  

Dati al 31.12.2020, fonte centro studi CCIAA Treviso-Belluno.


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: info@cnatreviso.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it