• Un nuovo Patto per la Legalità contro le infiltrazioni mafiose

    Rilanciare il patto territoriale per la legalità contro le infiltrazioni mafiose nell’economia, nella società e nella politica trevigiane.

    «Una decina di anni fa, complice la crisi, si intravedevano le avvisaglie di un fenomeno, quello delle infiltrazioni mafiose, che aveva fino a quel momento risparmiato in larga parte, anche se non del tutto, la nostra provincia – afferma Mattia Panazzolo, direttore di CNA territoriale di Treviso -. Oggi a denunciare rischi fondati per la nostra economia sono le forze dell’ordine e le istituzioni, come la Prefettura che ha di recente riunito le parti sociali per alzare i riflettori sulla questione. Va aggiornato e rilanciato quel patto che facemmo allora, per alzare tutti la guardia e creare un cordone di sicurezza intorno alle nostre realtà produttive e sociali indebolite da questa ennesima crisi». 

    AGGIORNARE IL PROTOCOLLO SOTTOSCRITTO NEL 2012

    Il 14 novembre 2012 tutte le associazioni di categoria della provincia di Treviso, assieme alle tre organizzazioni sindacali – Cgil, Cisl e Uil – e alle associazioni antimafia Libera e Avviso pubblico avevano siglato un protocollo in cui si impegnavano a:

    • promuovere presso i propri associati e iscritti l’etica della responsabilità e la cultura della legalità, la lotta alla corruzione, il rispetto delle norme in materia fiscale e del lavoro, in materia di sicurezza sul lavoro e di contrasto al lavoro nero, valorizzando il lavoro regolare;
    • promuovere presso i propri associati e iscritti l’adozione di regole mirate a disciplinare la scelta responsabile dei propri partner, subappaltatori e fornitori;
    • condividere le buone pratiche di contrasto all’illegalità anche con le istituzioni e le altre forze organizzate della società civile;
    • favorire l’estensione dei patti antievasione tra i Comuni e l’Agenzia delle Entrate;
    • segnalare tempestivamente alle forze dell’ordine, alla magistratura e alle altre autorità preposte, episodi e comportamenti che violino la normativa vigente;
    • promuovere e appoggiare iniziative di informazione e formazione presso i propri associati e iscritti e la cittadinanza tutta sul fenomeno delle infiltrazioni criminali nell’economia e i gravi danni che causano ai territori;
    • diffondere presso gli associati e sul territorio la conoscenza di strumenti operativi di prevenzione dell’usura, come i confidi e i fondi antiusura, strumenti essenziali anche per prevenire il fenomeno delle infiltrazioni criminali dell’economia;
    • sostenere iniziative mirate di aiuto e accompagnamento rivolte a vittime o possibili vittime di usura e alle vittime del racket delle estorsioni;
    • coinvolgere sui principi e intenti del presente Patto territoriale soggetti, istituzioni, enti per ampliare il fronte dell’antimafia sociale nella Marca Trevigiana.

    STRUMENTI PER AIUTARE LE IMPRESE IN DIFFICOLTÀ

    Grazie anche a quell’esperienza, in questi anni i corpi intermedi hanno lavorato, nelle singole realtà, per costruire una salda cultura della legalità, mettendo a disposizione, nei casi delle associazioni datoriali come la nostra, strumenti concreti per le imprese in difficoltà, dalla formazione finanziata al credito agevolato, dalle garanzie sui finanziamenti ai fondi anti-usura Va sottolineato che appartenere a un’organizzazione datoriale o sindacale è già di per sé un antidoto contro i rischi di finire in percorsi di illegalità perché la solidarietà e i network che si sviluppano tra imprenditori rendono il singolo più forte e più competitivo.

    UN’ATTENZIONE PARTICOLARE AL SETTORE DELL’EDILIZIA

    «In questo momento serve un supplemento di attenzione da parte di tutti, soprattutto in relazione ai settori più colpiti dalla crisi pandemica, onde evitare che numerose PMI del territorio possano divenire facile preda di chi ha grosse liquidità di dubbia provenienza da reinvestire – continua Panazzolo -. Una riflessione approfondita merita inoltre il settore dell’edilizia, dove l’attuale mancanza di requisiti abilitativi per l’avvio dell’attività unita ai grossi incentivi attualmente in campo possono rappresentare un grosso rischio di infiltrazioni mafiose».

    Da CNA un plauso alla Prefettura per aver recentemente convocato un tavolo sui rischi specifici per la nostra economia e alle Forze dell’Ordine per l’instancabile lavoro di presidio del territorio.

  • 04/03/2021 – Legalit


    Un nuovo Patto per la Legalità contro le…
    Rilanciare il patto territoriale per la legalità contro le infiltrazioni…


     

    17/10/2019 – Legalit


    Mafie, CNA: «Gli anticorpi a Treviso ci sono ma…
    «Gli imprenditori scelgano di essere sentinelle di legalità a difesa di…


     

    23/05/2017 – Legalit


    25 anni dopo: nel ricordo di voi, il nostro…
    Alle ore 17, 56 minuti e 32 secondi di sabato 23 maggio 1992 un cratere si…


     

    02/05/2017 – Legalit


    Mafie, Rosy Bindi agli imprenditori: «Rifiutare…
    Onorevole Rosy Bindi, dal suo osservatorio di Presidente della Commissione…


     

    18/04/2017 – Legalit


    Mafie, firmato il protocollo legalità tra…
    C’è l’obbligo per l’appaltatore del “rapporto di cantiere”, un diario…


     

    19/07/2016 – Legalit


    Il 21 luglio a Vedelago seminario di…
    Per il terzo anno consecutivo CNA Castelfranco in collaborazione con Giorgione…


     

    29/03/2016 – Legalit


    Stop alle truffe: vivere sicuri. Giovedì 7 aprile
    Titolo: “Stop alle truffe: vivere sicuri”. Sottotitolo: “Come difendersi dai…


     

    13/11/2015 – Legalit


    Mafia a Treviso, la CNA «La prima prevenzione è…
    «La vicenda della Dal Ben è un caso eclatante di infiltrazione mafiosa nel…


     

    15/04/2015 – Legalit


    Stop all'abusivismo e al "nero"….
    Un abusivo, un lavoratore in nero costituiscono un danno per le imprese vere,…


     

    20/01/2015 – Legalit


    Mafia in Veneto, salito da 2-3 a 6-7 il livello…
    Riportiamo il testo dell’intervista di Renzo Mazzaro al procuratore aggiunto…


     

     


ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: info@cnatreviso.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it