Green pass, CNA: «Favorevoli all’estensione con gradualità nei luoghi di lavoro, senza oneri per le imprese»

CNA è favorevole all’estensione, con gradualità, del green pass nei luoghi di lavoro, iniziando dalle attività i cui addetti sono a contatto con il pubblico e per il cui accesso è chiesto il green pass ai clienti.

«Una misura – afferma Mattia Panazzolo, direttore di CNA territoriale di Treviso – che risponde alla necessità di compiere ogni sforzo per scongiurare nuove misure restrittive che avrebbero devastanti effetti sull’economia».

Per CNA la norma per l’estensione del Green Pass dovrà essere chiara e coerente in termini di obblighi e sanzioni e non dovranno essere previsti oneri e costi impropri a carico delle imprese, già da tempo impegnate nell’implementazione dei protocolli per la sicurezza sui luoghi di lavoro.

CNA chiede obblighi e sanzioni chiari per aziende e lavoratori

«Il virus non conosce confini e la scarsa copertura vaccinale a livello globale determinerà purtroppo ancora una lunga convivenza con la pandemia. L’estensione graduale del green pass a cominciare dai luoghi di lavoro ad alto rischio, accompagnata da una forte campagna informativa in tema di vaccinazione, rappresentano il modo migliore per contemperare il diritto alla salute con il regolare svolgimento delle attività economiche  – continua Panazzolo –.  La gradualità va osservata in quanto molti luoghi di lavoro già oggi risultano sufficientemente sicuri con i protocolli anti contagio e perchè le aziende e i lavoratori hanno assolutamente bisogno di regole chiare da conoscere con largo anticipo rispetto all’entrata in vigore delle stesse. La mancanza di pianificazione può creare molti disguidi e costi aggiuntivi per un mondo produttivo che affronta un momento già molto difficile.    

Il costo dei tamponi non gravi né sulle imprese né sullo Stato

Per quanto riguarda i tamponi, secondo CNA il costo non deve essere a carico né dell’impresa né gravare sui contribuenti per non sottrarre preziose risorse a servizi sanitari essenziali. Ed è inoltre  auspicabile che i tamponi siano offerti a prezzi che non generino profitti.

Infine per CNA l’estensione del green pass dovrà superare una serie di contraddizioni che si evidenziano in alcuni servizi (come la differenza tra trasporti a lunga percorrenza e trasporto pubblico locale) uscendo dalla distinzione tra beni e servizi essenziali e quelli superflui.


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: info@cnatreviso.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it