Rinnovati i vertici dell'Arca CNA di Castelfranco

L’assemblea congressuale dell’Arca CNA di Castelfranco, riunitasi giovedì 31 marzo presso l’hotel Fior, ha eletto il nuovo consiglio direttivo e il collegio dei revisori dei conti. Il rinnovo degli organismi della rappresentanza avviene ogni quattro anni.

Il nuovo consiglio direttivo, rinnovato in sette membri su undici, è composto da: Flavio Ballan, Paolo Zanata, Leonardo Grandesso, Luigi Gomeriato, Prudenzina Fraccaro, Lucio Caon, Michele Gazzola, Ilario Pavan, Luigi Civiero, Mario Argentin e Primo Graziotto.

Eletti revisori dei conti Renzo Pasinato, Ildo Pettenon, Luciano Reginato.

La prossima settimana, il direttivo si riunirà per eleggere il nuovo presidente, che sostituirà Ildo Pettenon alla guida dell’Arca CNA di Castelfranco.

«Siamo poco competitivi, abbiamo una bassa crescita, una bassa produttività, abbiamo troppa disoccupazione, troppa inoccupazione giovanile, e consumi stagnanti – ha denunciato nel suo intervento il presidente uscente Pettenon -. La situazione è complicata, e con una crescita poco sopra lo zero ci metteremo 10 anni a raggiungere i livelli di reddito del 2007. Servono azioni forti di governo, senza diversivi e proclami; azioni concrete, utili, di semplificazione, di apertura dei mercati, di riconoscimento del merito. Che riguardino non solo il sistema economico, ma anche tutti gli ambiti organizzativi e istituzionali della vita sociale e culturale. Dobbiamo cambiare stile di vita. Cambiare per essere all’altezza delle sfide e dei tempi. Ed essere molto veloci nel cambiamento, altrimenti gli altri stati europei e del nuovo mondo ci sorpasseranno per sempre.»

Pettenon ha auspicato che sia la Regione sia la Provincia investano in politiche per il territorio perché «le nostre imprese, anche quelle che esportano e vanno all’estero, mantengono e costruiscono un forte legame con il territorio. Non sono imprese senza patria. Nel territorio abitano, lavorano, investono, guadagnano. Hanno bisogno del territorio».

Da parte sua, la CNA farà come sempre la sua parte: «Vogliamo contribuire assieme alle altre associazioni che compongono il sistema CNA a far diventare l’Italia una moderna economia di mercato, aperta, concorrenziale, libera dalle caste, dai monopoli, dalle rendite di posizione, dagli ordini professionali, dove sia facile e piacevole fare impresa».

Un bilancio sulla salute dell’associazione che opera nel territorio di Castelfranco l’ha tirato il segretario Roberto Ghegin: «La crescita della nostra associazione è stata orientata soprattutto allo sviluppo dei servizi per i nostri iscritti ed alla rappresentanza, in sintonia con il livello provinciale Cna – ha spiegato -. I dati di bilancio parlano dei buoni risultati di questa strategia, che ha prodotto una crescita di qualità e quantità. Il numero delle aziende associate continua a crescere: avendo ormai  superato le  500 unità, contro le 450 di quattro anni orsono. Raggiungiamo le 1500 persone che fruiscono dei servizi complessivi delle strutture CNA. La nostra associazione offre dei servizi di qualità, ciò viene dimostrato dal saldo dei nostri clienti che ha segno positivo nonostante la forte concorrenza di altri centri di servizio operanti sul territorio».

L’assemblea si è tenuta alla presenza del presidente provinciale Alessandro Conte e dal direttore Giuliano Rosolen.

[Download non trovato] [Download non trovato]

 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: info@cnatreviso.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it