Gabriele, idraulico industriale, marito e papà felice Artigiani Next Generation racconta la storia di Gabriele Biasetto, titolare della Biasetto Impianti di Visnadello di Spresiano

Il 5 dicembre 2019 è nata la sua primogenita: Ginevra. In quello stesso mese ha deciso di compiere il grande passo: mettersi in proprio.

A febbraio 2020 si è licenziato e il 1º aprile la sua partita Iva è diventata operativa.

«Quella mattina Ginevra mi ha buttato giù dal letto presto, così ho acceso la tivù e stava andando in onda il tg. La prima cosa che ho udito è stata: “È la peggior crisi del Dopoguerra…”. Ho subito pensato che peggio di così non poteva iniziare….».

Gabriele Biasetto, 31 anni, è titolare della Biasetto Impianti con sede a Visnadello di Spresiano, specializzata in impianti idraulici industriali, con lavorazioni in officina e in cantiere.

Ha tagliato il nastro della sua azienda mentre tutta la penisola italiana era in lockdown, le scuole chiuse e le attività produttive in parte bloccate. Artigiani Next Generation ne racconta la storia. 

La Biasetto Impianti apre in pieno lockdown

Ma ha tirato dritto. A dagli forza sono state la figlioletta neonata e l’imprescindibile moglie Sara, di professione educatrice, braccio destro di Gabriele nelle incombenze burocratiche e pilastro della comune avventura imprenditoriale.

«No, in realtà, non mi sono mai scoraggiato – racconta -, ho sentito che il mondo non finiva con la pandemia. Mi sono solo chiesto quando sarebbe finita».

Oggi, due anni dopo, la Biasetto Impianti ha 4 dipendenti (il primo è arrivato a giugno 2020) e il lavoro non manca. Anzi. Quando si chiede a Gabriele cosa lo preoccupa risponde: «Mi preoccupa l’aumento di lavoro, il non riuscire a soddisfare tutti i miei clienti».

Un altro passo importante la giovane ditta lo ha fatto nell’ottobre 2021 con l’acquisizione del capannone.

«Una grande squadra per una azienda di eccellenza»

Eppure non sono i muri che fanno l’impresa e Gabriele lo sa bene. È la qualità della squadra che farà grande l’azienda.

«Lavorare in gruppo si fa risultato e lavorare in un bel gruppo si fa ancora più risultato: quello che voglio creare è un bel gruppo» dice.

Per lui il lavoro è «serietà e qualità» e nel suo futuro vede «una solida realtà»: «Sto creando una buona azienda e voglio sempre migliorarmi. Sto vedendo risultati, vengo apprezzato» afferma con sana e genuina autostima.

La spinta a mettersi in proprio dopo tanti anni “sotto padrone” è arrivata dal desiderio di «lavorare come dico io perché ho buone basi grazie ai bravi maestri che ho avuto». Si riferisce ai suoi ex titolari e colleghi di lavoro con i quali, dopo la qualifica al “Giorgi”, è cresciuto umanamente e professionalmente.

Ma al primo posto, nella vita di Gabriele, ci sono le sue loro, Sara e Ginevra. Quando gli si chiede cosa sia per lui la felicità risponde: «Sicuramente la famiglia e poi avere dei risultati in ambito lavorativo. Questi due anni mi stanno dando molta felicità in ambito lavorativo. Sono molto soddisfatto».

In Sara e Ginevra la forza di Gabriele

La sua impresa artigiana sente di avere solide basi perché poggia sull’affetto di una famiglia unita. Il “miracolo del nordest” è del resto nato sul connubio impresa-famiglia, così implicitamente radicato anche nella storia di Gabriele e Sara.

Di lei, non a caso, dice: «Mi aiuta, ho una buona spalla». Negli occhi di questa coppia, che si guarda prima di rispondere alle domande, si nota affetto e complicità.

Ci sono state e non mancheranno le prove, certo, come nell’esistenza di tutti. Ma loro il segreto del successo lo hanno già capito.   

Le foto sono di Alfonso Lorenzetto.


Guarda il video

 


 

ULTIME NOTIZIE

CNA TERRITORIALE DI TREVISO

Viale della Repubblica 154
31100 Treviso
Tel: 0422.3155 - Fax: 0422.315666
Email: info@cnatreviso.it
CF 94004630268
Tutti i diritti riservati

Powered by Sixtema Spa

Design:
Paolo Terno - www.paoloterno.it